• Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano
  • Atletico Arzignano

MENU AMMINISTRAZIONE

ULTIMO TURNO SERIE B

Sab, 08 Apr 2017
Serie B - Stagione 2016/2017
Futsal Cornedo
Futsal Cornedo
7:6 Canottieri Belluno
Canottieri Belluno

PROSSIMO TURNO SERIE B

--

CLASSIFICA SERIE B

Serie B - Stagione 2016/2017
  P
Carrè Chiuppano61
Futsal Villorba59
Faventia50
Miti Vicinalis49
Fenice48
Mestre47
Vicenza35
Belluno34
Futsal Cornedo33
10 Forlì28
11 Trento23
12 Bassa Manzano22
13 Imolese16
14 Mezzolombardo12


Futsal Cornedo, parola al capitano. Rubega: “Dobbiamo imparare ad ascoltare il mister” PDF
Scritto da Luca Consolaro   
Mercoledì 18 Gennaio 2017 18:41

Il portiere e capitano della squadra analizza il difficile momento della truppa bluamaranto, reduce da tre ko di fila, e motiva il gruppo a non mollare in previsione della difficile partita di sabato al Paladegasperi con la Fenice.

Cornedo Vicentino (VI) – Non ci voleva il ko di Vazzola contro il Vicinalis. Una sconfitta che rode parecchio per come è maturata. Sia per decisioni arbitrali che definire dubbie forse è riduttivo, ma anche perché la squadra fino a metà partita se l’era giocata alla pari di quella che viene considerata come la squadra che più si è rinforzata col mercato di riparazione. Abbiamo analizzato la situazione con il portiere e capitano bluamaranto, Ulisse Rubega.

Ulisse Rubega, sabato pomeriggio avete giocato sul campo del Vicinalis, perdendo per 6-2. Che partita è stata? Che valutazioni possiamo trarre da questa prestazione?
“E' stata una partita strana, con noi in vantaggio 2-0, poi abbiamo smesso di fare ciò che ci ha detto il mister e in poco tempo ci siamo trovati sotto 4-2, poi l'espulsione inesistente di Carraro ha di fatto chiuso la partita”.

Quali sono stati gli aspetti della prova che ti sono piaciuti di più e quali invece quelli più evidenti sui quali andare a lavorare in settimana?
“L' aspetto positivo è che quando eseguiamo le consegne del mister siamo pericolosi in fase offensiva e non si corrono rischi in fase difensiva. L'aspetto negativo e che quando smettiamo di fare ciò' che ci dice Diego andiamo in confusione, diventiamo prevedibili e vulnerabili”.

Con questa sono tre sconfitte di fila a cavallo delle festività. Come valuti il momento della squadra?
“E' sicuramente un momento delicato, venivamo da tre vittoria di fila e ora siamo qui con tre sconfitte filate. Non eravamo fenomeni prima, e non siamo diventati brocchi ora. C'è solamente da lavorare, lavorare e lavorare durante la settimana. Per quel che ne so, è l'unica medicina che funziona”!

Senza nulla togliere agli avversari, e senza volersi considerare più forti di quello che si è, due parole però non possiamo non spenderle su tante situazioni arbitrali che non tornano nelle ultime partite. Come la vedi?
“Sicuramente nelle ultime settimane non siamo stati fortunati con le designazioni arbitrali! Premesso che come noi giocatori sbagliamo un gol, un passaggio o una parata anche loro possono sbagliare, però la cosa che più mi dà fastidio è il loro atteggiamento, la loro presunzione e la non possibilità di avere un dialogo. Se la collaborazione è reciproca è più facile giocare per noi, e arbitrare per loro”.

Sabato giocherete in casa contro la Fenice, che all’andata vi sconfisse al Pala Franchetti di misura per 5-4. Che partita dobbiamo aspettarci? Cosa conoscete dell’avversario?
“Sarà una partita durissima per noi, visto che anche loro vengono da due sconfitte filate, quindi avranno una gran voglia di riscattarsi. Di loro sappiamo che sono una gran squadra, con ottime individualità in un impianto di gioco collaudato ormai da anni, noi dovremmo essere bravi a sfruttare ogni loro errore e punirli”.

Quante defezioni ci saranno?
“Ci mancheranno per squalifica Carraro e Aalders, Sellaro con la bronchite e probabilmente Grigolato per l'infortunio di sabato col Vicinalis. E speriamo dia riattivare Dal Cason e Cracco. Quindi direi una bella lista giocatori out, però chi andrà in campo dovrà correre e lottare anche per loro”.

Quanto è cambiata la situazione rispetto al match dell’andata?
“Che noi abbiamo avuto alti e bassi, un po' per inesperienza della categoria e un po' per demeriti nostri, invece loro hanno avuto un percorso lineare di continua crescita, escluso le ultime due sconfitte”.

Siete entrambe due realtà che puntano molto sul vivaio e sul prodotto italiano. Che spettacolo ci si deve aspettare in campo e sugli spalti?
“Esatto e di questo va fatto un grande applauso alle due società, è la maniera giusta per far crescere da sotto questo sport secondo me perché i giovani di valore ci sono ed è giusto che giochino! Penso che si vedrà una partita di grande intensità dove nessuna delle due squadre si risparmierà visto che la posta in palio è vitale per entrambe”.

Il momento è molto difficile, inutile negarlo. Che messaggio mandiamo ai tifosi per esservi vicini in questa sfida?
“Dei tifosi c'è poco da dire sono fantastici, riempiono sempre il palazzetto e ci seguono anche in trasferta, a loro chiediamo solo di continuare così, di essere sempre presenti numerosi che per noi sono fondamentali. Noi promettiamo di dare tutto quello che abbiamo per regalare loro più soddisfazioni possibili”.

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

SEGUICI SU FACEBOOK